17
Ven, Set

Infinito Presente. Elogio della relazione

Notizie
Typography

a_cura di
Andrea Dall'Asta, Domenica Primerano, Riccarda Turrina

Lunedì 23 giugno alle ore 21.00 sarà inaugurata presso il Museo Diocesano Tridentino la mostra Infinito Presente. Elogio della relazione: con quest'esposizione il museo estende per la prima volta alla produzione artistica contemporanea la riflessione circa il senso dell'immagine sacra nella società odierna.

L'iniziativa espositiva, che vanta opere d'artisti di livello internazionale, intende offrire il proprio contributo al dibattito - oggi molto vivo, come attesta la presenza del padiglione della Santa Sede alla 55 Biennale di Venezia - intorno al complesso dialogo tra arte e spiritualità. La mostra, inoltre, nasce in stretta connessione con Arte e persuasione. La strategia delle immagini dopo il concilio di Trento (7 marzo - 29 settembre 2014): l'esposizione è interamente dedicata al rapporto tra il concilio e le arti figurative e ripercorre due secoli di arte in Trentino, mettendo a fuoco il ruolo strategico assunto dalle immagini sacre, alle quali veniva assegnato il compito di istruire, convincere, catturare l'attenzione e commuovere.

Ma al prevalere del ruolo 'strumentale' dell'arte sacra non può che corrispondere il progressivo depotenziamento del suo carattere simbolico. Indebolendo la capacità dell'immagine di rinviare ad una molteplicità di significati, così da attivare percorsi interpretativi diversificati, l'incontro tra uomo e Dio attraverso l'arte si fa sempre più complesso e improbabile. Infinito Presente. Elogio della relazione pone l'accento sulla dimensione dell'incontro che l'arte può favorire, piuttosto che su un suo improbabile ruolo persuasivo. La mostra intende recuperare il carattere di limen dell'immagine: un diaframma che schiude la relazione tra finito e infinito, visibile e invisibile, che apre al dialogo con la dimensione spirituale, profonda, della vita di ogni uomo. E lo fa focalizzando l'attenzione su un tema centrale, quanto complesso: la Croce. Divenuta nella storia dell'Occidente simbolo per eccellenza dell'identità cristiana, essa racchiude un significato universale che riguarda tutti, indipendentemente dalla singola scelta di fede: evocando la sofferenza, il dono gratuito della vita di Cristo per la salvezza dell'uomo, la Croce traccia linee di congiunzione tra umano e divino, materiale e spirituale, morte e vita.

Per ulteriori informazioni vai al sito del Museo Diocesano Tridentino